martedì 5 novembre 2013

INSALATA DI FAGIOLI DELLA TUSCIA




Capitare per una gita nel Viterbese e cercare prodotti tipici locali che hanno una storia da raccontare è qualcosa di meraviglioso .
Questi fagioli sono chiamati fagioli gialli della steppia di san Lorenzo Nuovo ed assieme ai fagioli del Purgatorio di Gradoli ,le lenticchie di Onano , i ceci del solco dritto di Valentano , il farro del pungolo di Acquapendente  e l'ottimo olio extravergine di Canino dop e bio, arricchiscono quello che ancora rimane di una tradizione contadina autentica che radica le sue radici nella zona della Tuscia.
Questi fagioli gialli vengono seminati dopo la mietitura del frumento, quando ancora sono presenti le
stoppie(residui di steli di grano o altro cereale che rimangono sul terreno dopo la mietitura) e vengono raccolti per secondi dopo il grano.
Come tutti i fagioli secchi vanno lavati abbondantemente e lasciati a bagno per una giornata si lessano in una oretta data la sua dimensione ridotta .

INGREDIENTI
500 grammi di fagioli gialli
olio extravergine qb ( io ho utilizzato quello di Canino)
2 coste di sedano
1 cipolla rossa
2 carote 
sale qb
pepe qb
2 cucchiai di aceto balsamico di modena 
acqua calda 


Per prima cosa , il giorno prima di cuocere i fagioli o qualsiasi altro legume (tranne le lenticchie che non hanno bisogno di ammollo) li,mettiamo a bagno in una ciotola e li lasciamo coperti con un piatto per tutta la notte.
In questo ammollo cerchiamo di cambiare almeno 2-3 volte l'acqua per cercare di rinfrescare sempre i legumi e togliere il più possibile le impurità.
Una volta rinvenuti , li scoliamo e li versiamo in un tegame dove abbiamo precedentemente soffritto, la cipolla rossa, la carota e la costa di sedano.
Giriamo per qualche minuto , giusto il tempo di far insaporire i fagioli (mi raccomando non salate , indurirebbe la cuticola dei legumi!!!)



a questo punto copriamo con dell'acqua bollita fino a superare di due dita il livello dei fagioli, copriamo la pentola con un coperchio, lasciandolo leggermente socchiuso e mettiamo  a fuoco basso lasciamo sobbollire delicatamente per circa 50 minuti controlliamo sempre la cottura girandoli di tanto in tanto.
Qualora servisse un pochino di acqua in più , aggiungetela sempre bollente mai fredda.


una volta cotti i legumi, li scoliamo con una schiumarola  e li lasciamo freddare,tagliamo l'altra carota e l'altra costa di sedano

uniamo le verdure tagliate , condiamo con il buonissimo olio evo, del sale ed una bella macinata di pepe nero e serviamo fredde, il sapore è ottimo 


mi raccomando ,qualora scolando i fagioli dovesse rimanere del liquido , conservatelo in frigo, in un barattolo chiuso, con parte dei legumi non conditi ed utilizzatelo, max in due giorni ,per fare una bella minestra 



ricordiamo che ogni fagiolo ha un suo sapore ed una sua storia..........

Nessun commento:

Posta un commento